Psicologo Psicoterapeuta per musicoterapia a Brescia

La Musicoterapia è usata per trattare i pazienti affetti da una vasta gamma di disturbi. Non è usato solo come tecnica per trattare le questioni emotive o mentali, ma ha anche dimostrato di essere efficace nel contribuire a curare i pazienti affetti da disturbi fisici.

Cos'è e come funziona la musicoterapia

E' basata sulla ricerca in cui la musica è utilizzata per la realizzazione di obiettivi terapeutici ed educativi. La musicoterapia è usata per migliorare il funzionamento cognitivo, sociale, fisico, psicologico o di comunicazione. Si può migliorare la qualità della vita per gli individui che sono bene, e migliorare il benessere nei bambini e negli adulti con disabilità o malattie.

Per i bambini, offriamo musicoterapia in scuole private e pubbliche, centri comunitari, biblioteche e all'interno di programmi di svago. Specificamente per i bambini piccoli, le sessioni di musicoterapia possono avvenire in asili nido, scuole materne, asili nido o all'interno di programmi di intervento precoce.

I nostri servizi di musicoterapia possono essere forniti per bambini o adulti con disabilità, in strutture residenziali, case di gruppo e varie altre località del programma giorno in Eastern Massachusetts. Forniamo anche servizi in case private e residenze o presso il nostro centro Wakefield.

Per soddisfare le esigenze degli adulti più anziani, sessioni di musicoterapia può avere luogo a casa, centri senior, comunità viventi indipendenti o assistiti, attraverso l'ospedale, riabilitazione o programmi Hospice, e in vari altri giorni e strutture residenziali per gli anziani.

La seduta individuale offre gli stessi vantaggi della musicoterapia di gruppo?

Nella terapia di musica individuale, il cliente (bambino, adulto o Senior) si impegna in musica focalizzata direttamente con il terapeuta della musica, che offre uno-a-uno di interazione, promuovendo l'esplorazione, la scoperta e la crescita. Gli obiettivi terapeutici relativi alla comunicazione, all'espressione, alla socializzazione o alla comprensione sono concordati dal genitore o caregiver, il terapeuta della musica e il bambino o adulto, se possibile.

psicoterapeuta per musicoterapia

La musicoterapia individuale può svolgersi presso la casa del cliente o di residenza o presso il nostro centro. Come individuale e di gruppo musicoterapia offrire benefici diversi socializzazione, saremmo felici di parlare con voi per aiutare a determinare quale tipo sarebbe meglio affrontare le vostre esigenze.

Un esempio di storia di successo ottenuto con la musicoterapia

C'è un terapeuta della musica in provincia di Brescia che sta facendo la terapia neurologica con la musica. Il suo obiettivo principale è con i pazienti ictus. Ha studiato gli effetti della musica sul cervello e ha sviluppato un programma per aiutare alcuni pazienti ictus ritrovare la loro capacità di camminare attraverso la terapia musicale.

Ha scoperto che quando la gente ascolta la musica, c'è una certa reazione nel cervello. Dopo aver ascoltato due battute costanti, per esempio, il tuo cervello sa quando arriverà il terzo battito. Egli usa un metronomo o anche la musica preferita del paziente per aiutarli a coordinare le gambe al ritmo della musica.

Spesso i successi in musicoterapia sono più difficili da misurare quantitativamente, il che rende difficile provarli sulla carta, ma sono molto reali. Nel mio tirocinio, ho fatto un allenamento ritmico con un gruppo di pazienti su un'unità di Alzheimer. C'erano persone di tutte le fasi della malattia nel gruppo. C'erano persone che erano molto agitati e non rispondere a molto a tutti, c'erano persone che si addormentavano, e c'erano persone che erano molto attivi. Una vasta gamma.

Ho portato alcuni tamburi e abbiamo suonato insieme una canzone. Ho visto cambiamenti nel livello di coinvolgimento di ogni singola persona. Le persone agitate si calmarono, coloro che non rispondevano volentieri ad altri stimoli iniziarono a battere il tempo con le dita, e persone che in precedenza interagivano esclusivamente con me iniziarono ad interagire anche con qualcun altro nel gruppo. È stata una cosa meravigliosa, ma ancora una volta, è difficile da spiegare con statistiche e numeri.

Validità documentata della musicoterapia

La World Federation of Music Therapy ha validato la scientificità di 5 modelli clinici di musicoterapia:

Perché funziona la Musicoterapia

La musicoterapia è una disciplina utilizzata dal terapista per entrare in comunicazione con il paziente senza l'utilizzo del linguaggio verbale ma con l'ausilio di musica, di strumenti musicali e del canto. In questo modo il terapista cerca di entrare in contatto con l'essenza più intima del paziente, così da poter trattare un determinato disturbo.

Non è una novità la capacità della musica di condizionare il nostro stato d'animo ma solo recentemente si è pensato di utilizzarla come terapia complementare per il trattamento di diverse condizioni.
Il musicoterapista deve essere in grado di praticare al meglio la professione, per questo è importante che il professionista a cui ci rivolgiamo abbia sviluppato tutte le competenze necessarie per svolgere al meglio il percorso terapeutico. Il terapista dovrà decidere con che modalità svolgere le sedute a seconda della tipologia di paziente con cui avrà a che fare, solitamente si prevede l'ascolto di brani musicali, cantare, suonare strumenti o danzare.

Grazie alle connotazioni ludiche con cui si svolgono le sedute questa terapia si rivela estremamente efficace nella pedagogia. Molte scuole organizzano sedute di musicoterapia per gli studenti più giovani, si tratta però di una tecnica molto versatile, capace di soddisfare le esigenze di numerose patologie.

La musicoterapia è particolarmente utile al terapista per entrare in contatto con tutte quelle persone che hanno difficoltà ad esprimersi con gli altri ma, può essere di sostegno a chiunque abbia la necessità di intervenire a livello educativo, riabilitativo o terapeutico sui propri disturbi. Ad esempio la musicoterapia si è rivelata di grande aiuto per trattare: stress, depressione, disturbi del sonno, fobie sociali, sindrome da panico, autismo, disturbi disintegrativi e pervasivi, sindromi genetiche, DHD e DSA, psicosi, chemioterapia, nel trattamento di dipendenze, nelle cure palliative, nella gravidanza, in geriatria e così via.

Quando parliamo di Musicoterapia ci riferiamo a una metodologia scientifica, quindi ad una tecnica in grado di offrire risultati evidenti, documentabili, stabili e riproducibili in più soggetti diversi affetti dallo stesso disturbo. La sua efficacia è stata già comprovata in diversi studi scientifici e per questa ragione è necessario rivolgersi a professionisti del settore, che abbiano studiato l'argomento in scuole specifiche e abbinano svolto le ore di tirocinio necessarie per esercitare la professione.

Non esistendo ancora un albo di categoria è bene essere ben informati sul curriculum del professionista a cui ci rivolgiamo, altrimenti non avremo la certezza del risultato del trattamento.

Più di un metodo quindi è stato verificato come valido ed efficace.

Cosa fare quando la musicoterapia non funziona?

Quando la musicoterapia o la pet-therapy non mostrano miglioramenti, è possibile contattare a Brescia uno psicologo psicoterapeuta.

Prima di utilizzare metodi farmacologici per curare stati di ansia generalizzata e panico, è possibile utilizzare la terapia cognitivo comportamentale, una particolare specializzazione (CBT) che prevede la "riprogrammazione" dei pensieri in un numero relativo breve di sedute (rispetto ad altre psicoterapie).